HOME | EMAIL |                                                                                                                  italiano  |   english  |   deutsch  |   français  |  
Spiaggia Spiaggia Casone Piattaforma sul mare

Museo Liturgico

Caorle » Storia e cultura » Museo Liturgico

Tavole Bizantine 

 

Da Piazza Vescovado, attraverso i giardini della canonica della Cattedrale si accede al Museo Liturgico che ha occupato lo spazio un tempo destinato alla cappella privata dei vescovi e fondato intorno alla metà del 1970.

Nel suo interno sono accolti paramenti sacri e reliquie antiche che consentono di conoscere più da vicino l'arte dell'oreficeria ecclesiastica nella fascia dell'Alto Adriatico dal Basso Medioevo all'Ottocento. Un'arte in forte evoluzione che mostra spesso di risentire delle influenze stilistiche della vicina Venezia.
Il materiale raccolto è composto da numerosi argenti e da qualche pezzo in rame. In particolare si tratta di oggetti d'epoca medievale, di pezzi del Cinquecento, di argenti del Sei e Settecento e di testimonianze più recenti che coprono il periodo che va dal barocco al neoclassico.

Tra i reperti di maggior interesse e suggestione sono senz'altro i resti del Santo al quale è dedicata la Cattedrale. Si tratta del cranio e del sangue di Santo Stefano Protomartire.
Interessanti anche alcuni elementi di grande valore artistico legati alla liturgia. Un esempio è offerto da un encolpion-reliquiario bizantino del Duecento, e da un altro reliquiario, dello stesso secolo, d'argento dorato con pietre dure e dal reliquiario gotico del Preziosissimo Sangue.

Le vetrine custodiscono pure l'anello dei vescovi di Caorle, ostensori, candelabri e croci processionali.