HOME | EMAIL |                                                                                                                  italiano  |   english  |   deutsch  |   français  |  
Spiaggia Spiaggia Casone Piattaforma sul mare

Piazza Vescovado

Caorle » Storia e cultura » Piazza Vescovado

Piazza Vescovato 

 

Più di qualunque altra opera, la ristrutturazione di Piazza Vescovado, effettuata nel 1999-2000 in occasione del Giubileo, caratterizza il passaggio dal secondo al terzo millennio della città di Caorle. Si tratta di un luogo religioso che rappresenta l'autentico cuore della Caprulae romana e veneziana.

I due monumenti più importanti di Caorle si affacciano su Piazza Vescovado e sono il Duomo ed il campanile cilindrico. Davanti alla facciata della chiesa dedicata a Santo Stefano Protomartire, la pavimentazione con del marmo di diverso colore delinea le fondazioni dell'antico battistero della Madonna delle Grazie, abbattuto nel XIX secolo.

A fianco della chiesa un lungo muro, la cinta dell'episcopio, edificato nel XVI secolo dal Vescovo Pietro Carlo, racchiude la canonica e si collega al chiostro, le cui murature perimetrali rappresentano le uniche testimonianze dell'oratorio di San Rocco, protettore dalla peste, anche questo abbattuto nel periodo napoleonico. Di grande valore sono gli affreschi murari di quello che era, appunto, l’oratorio, protetti dalla ristrutturazione dell'area che oggi costituisce un piccolo percorso archeologico impreziosito dalla vera da pozzo romana, collocata proprio al centro del giardino.

Verso il mare domina la scalinata, con la bella fontana, che sale alla diga foranea.

Altri edifici importanti di Piazza Vescovado sono rappresentati dal Centro Civico, edificio della prima metà del 1900, recentemente ristrutturato, e l'attuale Caserma della Guardia di Finanza, l'antico Palazzo Pretorio cittadino.

La pavimentazione della Piazza, di trachite euganea, richiama il cuore di Venezia e della venezianità: la Piazza San Marco. Con lo stesso materiale sono state rifatte le pavimentazioni delle piazze antistanti le cattedrali di Concordia Sagittaria, Milano, Assisi e di molte altre città storiche: un grigio neutro che esalta il calore delle pietre romaniche della cattedrale, del campanile e del muro di cinta dell'episcopio.

La stessa pavimentazione continua in Via della Canonica, retrostante il duomo, che più in là si collega con Via della Sachéta portando al vecchio cimitero napoleonico.

piazza_vescovato_0014
Veduta del Campanile
piazza_vescovato_0016
Veduta della piazza
piazza_vescovato_PiazzaDuomo
Veduta panoramica
della piazza